Andar per Musei : La città da scoprire

Andar per Musei : La città da scoprire

 

Analizziamo un attimo quel che è il cinema, la settima arte, cosa che in molti tendiamo a dimenticare. Il cinema come arte è nato quando due visionari, I fratelli Lumière, hanno deciso che le fotografie non erano più abbastanza per raccontare qualcosa; dovevano muoversi! E così con ingegno hanno realizzato il primo proiettore cinematografico (simile a quelli che ancora oggi troviamo nelle sale Cinema!) diventando di fatto, due dei primi realizzatori di film della storia!

Approfittiamo di questo periodo, e dell’argomento settima arte, per proporvi qualche film da guardare durante le settimane di vacanze!

Abbiamo deciso di iniziare questa breve lista con un film sempre verde, che ad anni dalla sua uscita continua ad appassionare grandi e piccini: Mamma ho perso l’aereo.
Uscito nel 1990 racconta l’avventura di Kevin costretto a vivere un Natale particolare, solo nella sua grande casa minacciata dalla presenza di due ladri piuttosto imbranati. Molte saranno le scene di risate, ma non dimentichiamoci anche degli spunti di riflessioni dati da questa opera cinematografica. Anni dopo, dato il successo di questo film, è stato realizzato un sequel: Mamma ho perso l’aereo e mi sono smarrito a New York.
Ne consigliamo la visione per non perdere entrambe le folli avventure di Kevin.

Il secondo titolo che vi proponiamo è un film d’animazione del 2012: Le cinque leggende.
È la storia di un gruppo di eroi, ognuno dotato di straordinari poteri e ben noti ai bambini di tutto il mondo: Babbo Natale, il Coniglio Pasquale e la Fatina dei Denti e Sandman, che dovranno unire le loro forze per proteggere le speranze dei bambini di tutto il mondo.


Come terzo titolo abbiamo scelto di consigliarvi la celebre versione animata della Disney
del classico natalizio: Il canto di Natale. opera originariamente scritta da Charles Dickens.
Nel racconto ritroviamo gli spiriti natalizi del passato, presente e futuro che vanno a far visita all'anziano, terribilmente avaro, Ebenezer Scrooge, per fargli capire quale sia il vero spirito del Natale.
Ne consigliamo la visione oltre che la lettura!


Il quarto film invece ha come protagonista qualcuno che non si può di certo definire un amante del Natale, stiamo parlando del Grinch un film del 2000, adattamento cinematografico di un famoso libro per bambini che vi trasporterà in un mondo specile molto lontano dal nostro, il paese dei Chinonso dove tutto è magico! Riusciranno gli abitanti di Chinonso a far cambiare idea al Grinch?

L’ultima pellicola è sicuramente la più recente, stiamo parlando di un film d’animazione uscito lo scorso anno: Klaus.
Guardando questo film vivremo la storia del postino Jesper che viene mandato su un'isola gelida e lontana, i cui abitanti comunicano a malapena tra di loro, demoralizzato da questa situazione Jesper è sul punto di arrendersi ma cambierà tutto quando incontrerá due nuovi amici: Alva e Klaus.

E con Klaus, si conclude anche questa breve lettura che speriamo possa aiutarvi a passare delle Strane Feste, con un pizzico d’allegria in più.

Buone feste dai ragazzi del Servizio Civile!

---------------------------------------------------------------------------------

Monte Sant'Angelo è un comune a noi molto caro, celebre per il santuario di San Michele Arcangelo, è meta di pellegrinaggi dei fedeli cristiani sin dal VI secolo. Riconosciuta come Patrimonio Mondiale UNESCO, analizziamone insieme ciò che la caratterizza!

---------------------------------------------------------------------------------

Cari ragazzi, cari docenti, oggi noi ragazzi del servizio civile vi parleremo di come quest’anno è stato uno strano anno.

Ci troviamo in questo Istituto ormai da febbraio con il progetto che doveva essere ciò che purtroppo non è stato: “andar per musei”, consisteva nel far ammirare, conoscere ed apprezzare ai ragazzi i musei e la ricchezza del nostro territorio attraverso delle visite, attività e laboratori, quali la riproposizione in chiave artistica pratica come il disegno, lavoretti, ricreazioni di ciò che è stato visto precedentemente; Siamo un team pieno di idee che probabilmente verranno trasmesse a chi verrà dopo di noi, per non dar fine a ciò che non è ancora iniziato.

Questo prima di Febbraio.

L’avvenire dell’emergenza sanitaria Covid-19 è stata una bella botta per tutti, come voi ci siamo ritrovati spaesati, senza sapere cosa fare, né come fare. La cosa certa è che dovevamo darvi qualcosa, era il nostro dovere, così abbiamo riconvertito le visite fisiche, in visite digitali. Dalle ceneri del progetto “Andar per Musei” è nato “Pillole d’Arte”. Partendo dal panorama locale, siamo arrivati a quello nazionale, con brevi video chiari ed esplicativi, abbiamo analizzato ciò che ci circonda, anche nelle piccole piazze della nostra città, perché molte volte l’arte ci circonda ma è anche vero che molte volte l’arte ci sfugge dalla quotidianetà.

Non sappiamo cosa ci riserverà il futuro, quello che sappiamo è che grazie a “Pillole d’Arte”, vedrete la vostra città con un occhio diverso!

Un augurio a tutti voi, dai ragazzi del Servizio Civile Nazionale, che possiate passare con forza, determinazione e coraggio, questo strano anno.

---------------------------------------------------------------------------------

"Genitori carissimi,

Oggi termina un anno scolastico eccezionale, che porteremo a lungo nella nostra memoria e che farà parte della nostra storia. Un anno connotato dalla didattica a distanza, dall’innovazione tecnologica, dall’utilizzazione, in via esclusiva, dei dispositivi digitali. Ma anche un anno caratterizzato dall’esperienza, per noi completamente nuova, di non poter condividere spazi di apprendimento fatti di contatti, di rumori e di risate, di non poter abbracciare i nostri bambini e i nostri ragazzi, di non poter utilizzare la dimensione corporea che resta, nonostante tutto, la loro chiave di accesso ai linguaggi, ai saperi e alle leggi del mondo. I vostri figli ci sono mancati molto, perchè la loro presenza e il rapporto empatico e “fisico” rappresentano l’essenza del nostro essere insegnanti. Ma siamo stati costretti a trovare formule alternative e, a distanza di oltre tre mesi, possiamo riconoscere che ce l’abbiamo fatta. Sapete che molti docenti non avevano grandi esperienze di didattica con l’ausilio di strumenti digitali, ma tutti si sono attivati per continuare a “fare scuola”, fornendo aiuto, supporto, a volte conforto, a partire dalla scuola dell’infanzia, pienamente coinvolta in questo processo, con le indicazioni per i genitori, le attività di laboratorio e i suggerimenti di lavoro operativo per i bambini. Nel corso dei mesi, abbiamo migliorato le tecniche della didattica a distanza, abbiamo creato lezioni personalizzate, interattive e coinvolgenti, abbiamo utilizzato quotidianamente le videolezioni, che hanno consentito di non spezzare il “filo” della comunicazione e della relazione con i docenti e fra i bambini. Abbiamo fatto tutti un’esperienza molto forte e impegnativa, rendendoci disponibili a imparare e a chiedere aiuto, come fanno i nostri alunni, con la stessa umiltà e lo stesso entusiasmo. Non abbiamo mai rinunciato, anche nei momenti di difficoltà, al costante riferimento ai principi di fondo del nostro progetto di scuola, che ha fatto dei saperi e delle arti gli strumenti per incoraggiare gli studenti a rielaborare e a utilizzare le esperienze, per crescere in umanità, creatività, responsabilità e solidarietà. Per tutte queste ragioni, sento il dovere di esprimere il mio profondo ringraziamento ai docenti, per la forza e la caparbia che hanno espresso, in tutte le fasi di questa esperienza incredibile che ci è capitata. Voi genitori siete stati eccezionali, siete stati presenti, attenti, disponibili. Non avete fatto mai mancare la stima e la fiducia nei docenti e nella vostra scuola, che ritroverete, dopo questa esperienza, più forte e più saggia. Non ho parole per ringraziarvi tutti. Sappiate solo che, anche grazie alla vostra costante presenza e al vostro impegno, i nostri bambini e i nostri ragazzi hanno espresso il massimo, sono stati forti “combattenti”, hanno superato difficoltà enormi, anche per la nostra ottica visuale di adulti. Hanno studiato, si sono impegnati, sono diventati più responsabili e competenti. Saranno premiati, in fase di valutazione, con il giusto riconoscimento e con l’apprezzamento che meritano.

Continuate a curare come avete fatto fino ad ora i vostri piccoli, a settembre li riaffiderete a noi."

Vi abbraccio tutti

Mariolina Goduto

 

---------------------------------------------------------------------------------

Oggi vi proponiamo un tipo di arte differente, non ancora riconosciuta da tutti ma che sicuramente apprezzerete, stiamo parlando dei videogiochi! Ma come sono nati? Scopriamolo insieme! 

Ricordatevi di inviarci un'immagine realizzata da voi all'indirizzo email scn2020santachiara@yahoo.com , il tema principale è la creatività! Fateci vedere un vostro disegno, una vostra creazione o una foto fatta da voi che ritenete particolarmente bella! Così facendo, avrete la possibilità di partecipare attivamente al prossimo video tramite l'inclusione dell'immagine da voi inviataci!

---------------------------------------------------------------------------------

Come state? Come passate le vostre giornate? Noi siamo tornati anche questa settimana a parlarvi di un'opera locale: la Chiesa di Monte Calvario o più comunemente "Cappelloni delle Croci". Una serie di opere, tutte simili ma differenti, con una storia che ha radici nella religione, come molte presenti nella nostra città.

Ricordatevi di inviarci un'immagine realizzata da voi all'indirizzo email scn2020santachiara@yahoo.com , il tema principale è la creatività! Fateci vedere un vostro disegno, una vostra creazione o una foto fatta da voi che ritenete particolarmente bella! Così facendo, avrete la possibilità di partecipare attivamente al prossimo video tramite l'inclusione dell'immagine da voi inviataci!

---------------------------------------------------------------------------------

E dopo una breve gita a Torino, torniamo a Foggia, per parlarvi di qualcosa che passa sempre inosservato.

Molte delle opere di cui vi abbiamo parlato o vi parleremo, hanno subito molti cambiamenti duranti gli anni, molte volte per fini architettonici, altre volte perché sono opere che sono state scalfite dal corso degli eventi. 

Venite a scoprire l'opera di oggi!

Ricordatevi di inviarci un'immagine realizzata da voi all'indirizzo email scn2020santachiara@yahoo.com , il tema principale è la creatività! Fateci vedere un vostro disegno, una vostra creazione o una foto fatta da voi che ritenete particolarmente bella! Così facendo, avrete la possibilità di partecipare attivamente al prossimo video tramite l'inclusione dell'immagine da voi inviataci!

---------------------------------------------------------------------------------

Grazie Ambra! Oggi la vincitrice del concorso sei tu!

Oggi intraprenderemo un piccolo viaggio, per spostare la nostra attenzione e il nostro sguardo oltre i confini della nostra città e del nostro territorio.
Dunque, mettiamoci in viaggio... Andremo a Torino, per visitare il museo d’arte contemporanea del castello di Rivoli.

Ricordatevi di inviarci un'immagine realizzata da voi all'indirizzo email scn2020santachiara@yahoo.com , il tema principale è la creatività! Fateci vedere un vostro disegno, una vostra creazione o una foto fatta da voi che ritenete particolarmente bella! Così facendo, avrete la possibilità di partecipare attivamente al prossimo video tramite l'inclusione dell'immagine da voi inviataci!

 

 

---------------------------------------------------------------------------------

Come vi abbiamo anticipato nel video precedente, oggi vi racconteremo la storia di un quadro, un quadro molto importante per la nostra città. Infatti secondo la leggenda è proprio grazie al ritrovamento di questo quadro che si deve la nascita della città di Foggia: il quadro dell’Icona-Vetere o Madonna dei sette veli.

Ricordatevi di inviarci un'immagine realizzata da voi all'indirizzo email scn2020santachiara@yahoo.com , il tema principale è la creatività! Fateci vedere un vostro disegno, una vostra creazione o una foto fatta da voi che ritenete particolarmente bella! Così facendo, avrete la possibilità di partecipare attivamente al prossimo video tramite l'inclusione dell'immagine da voi inviataci!

 

---------------------------------------------------------------------------------

Ciao! Comincia ufficialmente il progetto "Pillole d'Arte" dove verranno esposte piccole curiosità e nozioni storiche di tutto il panorama Artistico, dapprima Foggiano, successivamente esteso a tutto il territorio.
Oggi vi parleremo di un’opera che sicuramente avrete già avuto modo di ammirare, La chiesa della Beata Maria Vergine Assunta in Cielo o chiesa della Santa Maria di Foggia più comunemente chiamata cattedrale di Foggia.

Annunciamo inoltre la nascita di un piccolo concorso! Inviateci un'immagine realizzata da voi all'indirizzo email scn2020santachiara@yahoo.com , il tema principale è la creatività! Fateci vedere un vostro disegno, una vostra creazione o una foto fatta da voi che ritenete particolarmente bella! Così facendo, avrete la possibilità di partecipare attivamente al prossimo video tramite l'inclusione dell'immagine da voi inviataci! 
Cosa aspettate?

Guardate il video e inviateci una mail!

Ed ora... Buona visione!

 

 

_______________________________________________________________________________________________________________________________________________________

L’arte visiva e la didattica museale rappresentano opportunità e ambiti di intervento privilegiati per aiutare i bambini e i ragazzi a rielaborare le conoscenze, a interiorizzarle, a sentirsi coinvolti e protagonisti del loro percorso di conoscenza e di crescita.

Si propone un progetto che avrà cura di sviluppare negli studenti quegli obiettivi di apprendimento ritenuti indispensabili al fine di raggiungere i traguardi per lo sviluppo delle competenze così come prescritti nelle Indicazioni Nazionali 2012, con specifico riferimento all’obiettivo di promuovere lo sviluppo delle competenze sociali, l’educazione al rispetto, alle pari opportunità e all’inclusione sociale, attraverso l’incontro con le arti e con la dimensione estetica.

Il progetto intende perseguire i seguenti obiettivi:

  • offrire opportunità e ambiti di intervento privilegiati per orientare i minori e aiutarli a costruire atteggiamenti di responsabilità, di cittadinanza attiva e di eticità attraverso l’incontro con l’arte e la dimensione estetica;
  • supportare la sperimentazione di molteplici modalità di “fare lezione” in spazi diversificati e alternativi all’aula, dagli spazi di laboratorio all’ambiente urbano, all’ambiente naturale, agli ambienti virtuali;
  • curare la predisposizione di ambienti di apprendimento idonei all’ascolto e al dialogo, all’interazione, alla ricerca e alla costruzione di significati, alla condivisione di conoscenze, al rispetto per gli altri, ambiti di forte criticità nei minori accolti;
  • costruzione di conoscenze specifiche orientate al riconoscimento e all’utilizzo di linguaggi espressivi e caratteristici legati alle arti;
  • strutturazione di una modalità di indagine e di conoscenza del segno estetico, storico-artistico.

 

Il progetto pensa ai soggetti coinvolti, ragazzi, educatori ed alunni come costruttori di conoscenza, impostando la progettazione sulla didattica museale unita a quella laboratoriale, programmando una serie di interventi differenziati in base alle fasce di età di riferimento, ma soprattutto creando ambienti di apprendimento idonei all’ascolto e al dialogo, all’interazione, alla ricerca e alla costruzione di significati, alla condivisione di conoscenze, al rispetto per gli altri, ambiti di forte criticità nei minori accolti.

 

 

 

Condividi sui Social